Articoli

Zemanta Related Posts Thumbnail

Con tanta gente che conosco parlo della legge di attrazione e ormai se ne parla ovunque. Soprattutto dopo l’uscita del film “The Secret – il Segreto”, questo tema è ormai diventato comune. Ora, più che mai, le persone stanno cominciando a rendersi conto che in realtà hanno molto più controllo sulla loro vita di quanto avessero mai immaginato.

E’ emozionante come può sembrare questo ‘nuovo risveglio‘, l’informazione stessa è stato presente in forme diverse per un tempo molto lungo. Ciò che c’è nuovo è il livello di curiosità e di accettazione di questo tipo di conoscenza. La scienza e i media (stranamente 😀 )hanno entrambi contribuito notevolmente al livello attuale di crescita di questa conoscenza. Continua a leggere

Come faccio ad attirare i miei desideri? Come faccio ad entrare in risonanza con quello che voglio e quindi ottenerlo?

Queste sono alcune delle domande che ricevo tutti i giorni e a cui cerco di rispondere in base a quello che ho vissuto fino adesso e sopratturro l’esperienza sul campo. Chi entra in contatto con la Legge dell’attrazione spesso crede che sia tutto facile, magari perchè anche leggendo i vari libri sull’argomento a parole sembra tutto facile.

In realtà potrebbe essere proprio così, peccato che ognuno deve fare i conti con la propria realtà quotidiana e quindi cercare in primo luogo di adattare gli insegnamenti a ciò che vive ma soprattutto alle emozioni e alle convinzioni che sono dentro di se.

Continua a leggere

Parlando un pò con i miei colleghi in vari ambienti in cui ho lavorato mi capitato spesso di avere a che fare con persone che si sentivano sfortunate, perchè avevano problemi, si lamentavano di quello che avevano, del lavoro, della fidanzata, dei suoceri, del governo…insomma sembrava che tutto il mondo ce l’avesse con loro e che la sfortuna li perseguitasse.

Per carità anche io mi ci metto in quel tipo di persone, e fino a poco tempo fa ero anche io così, non che ora sia immune da questi pensieri, ma se prima vedevo sempre il bicchiere mezzo vuoto ora sono più le volte che lo vedo mezzo pieno. Secondo te per quale motivo? Continua a leggere

Qualche giorno fa mi sono ritrovato a vedere l’ultimissimo film della Walt Disney, Rapunzel ed è stata una vera sorpresa.

All’inizio pensavo che fosse solo la classica fiaba ma anche capolavoro della Walt Disney, invece ne ho visto degli insegnamenti preziosi sulle convinzioni limitanti e di come esse influiscono sul realizzare i nostri sogni. Molte di queste convinzioni derivano da quanto ci viene insegnato dai nostri genitori e dalla nostra famiglia fin da piccoli e si sa quanto siamo delle spugne quando siamo piccoli e di come la nostra mente assorbe tutti gli stimoli che ci arrivano.

Molti genitori poi per spirito iper protettivo o semplicemente perchè riversano le proprie paure sui propri figli non si accorgono di quali danni possono creare ma ovviamente non ne sono coscenti. Ora ti propongo alcuni spezzoni tratti dal film dove se riesci ti accorgerai delle perle di saggezza che vi sono esposte 🙂 Continua a leggere

Il tema della ricchezza è molto sentito, molti non si sentono soddisfatti della propria situazione economica e cercano di trovare nuove strade nuovi lavori per magari avere entrate maggiori e migliorare la situazione economica. Ma in realtà la prima cosa che bisogna fare è identificare le proprie credenze limitanti sul denaro e curare il proprio rapporto sul denaro.

Molte delle credenze che hai sono ereditate dal tuo bagaglio culturare, dalla tua famiglia, da quello che hai imparato a scuola e da quello che ti impone la società come modelli da imitare. E molte di queste credenze vedono il denaro come qualcosa di sporco da contrapporre ad esempio alla spiritualità.

In realtà il denaro è neutro, e riflette, anzi molto spesso amplifica  semplicemente quello che sei. In che senso? Se sei una persona buona e generosa sicuramente userai il denaro che possiedi anche per aiutare gli altri e se ne hai di più avrai solo più risorse da poter usare. Se invece sei tirchio e pensi solo a te stesso, se hai molto più denaro a disposizione non farai altro che aumentare il tuo essere tirchio.

Mi viene in mente in un seminario del mio coach Luigi di Salvo in cui faceva l’esempio di una persona che sgommava con un Fiat Panda e quello che sgommava con una Ferrari, semplicemente chi sgommava con la ferrari si nota di più e sembra più gradasso. Mentre se sgommava con la Panda…beh lascio a te finire i commenti 🙂

Comunque a parte gli scherzi per avere più abbondanza devi curare il tuo rapporto con il denaro e devi imparare a gestirlo. Perchè anche se guadagnerai 10000 euro al mese ma ne spendi 9999 sicuramente ti troverai sempre povero in canna, magari con una bella macchina una bella casa, bei vestiti, ma sempre con l’ansia di arrivare a fine mese.

Ti sembrerà che ti sto dicendo cose banali e semplici ma sono proprio quelle che dai per scontate e che funzionano. Leggendo libri sulla creazione di ricchezza e psicologia del denaro ho avuto modo di capier molti degli errori che facevo e dove arrivava il mio livello di comprensione correggere. Se vuoi farti una cultura ti consiglio il blog del mio amico Josè Scafarelli, ricchezzavera.com altrimenti se vuoi andare diretto al sodo allora ti consiglio il mio ebook “Crea ricchezza con la legge di attrazione”.

Ma l’obiettivo principale se vuoi attirare abbondanza è lavorare prima sostituendo le tue convinzioni limitanti sul denaro e poi ovviamente cominciare a pensare a cercare e a cogliere le opportunità che la vita ti manda, che sicuramente non coglievi perchè le tue convinzioni limitanti ti facevano percepire e formulare solo determinati tipi di pensieri.

Ricordati che se vuoi migliorare la tua vita e anche il tuo portafoglio sicuramente devi cambiare le tue abitudini che magari fino adesso ti hanno portato a spendere troppo, o a non mettere niente da parte ed avere il denaro necessario per creare o investire in  attività che ti generano rendite automatiche facendo quindi lavorare il denaro per te e non il contrario.

Stay tuned

Ti è piaciuto questo post? Lascia un tuo commento.