Realizzare i tuoi sogni: Hai paura delle difficoltà da affrontare?

Uno delle cose che spesso mi trovo a dover affrontare nella realizzazione dei miei sogni è la paura delle difficoltà da affrontare. Si, perchè magari mi pongo degli obiettivi abbastanza grandi, ma poi non mi sento pronto per affrontare le conseguenze o le eventuali difficoltà che si possono presentare.

Allora capita che per paura delle difficoltà mi blocco e non faccio le cose necessarie affinchè i miei obiettivi si realizzano. Ma facendo a mente fredda un’analisi di quello che devo fare mi rendo conto che il più delle volte posso scomporre l’obiettivo in tanti sotto obiettivi che riducono di molto anche le difficoltà da affrontare e quindi diminuisce anche la paura di affrontarle.

Infatti ho proprio perchè avevo paura di affrontare le difficoltà, magari molto spesso economiche ho dovuto rinunciare a frequentare dei corsi che desideravo tanto fare e che magari mi avrebbero permessodi cambiare non solo io ma anche di conoscere nuove persone che potrebbero aver portato nuove occasioni di crescita sia personale che professionale.

La paura è una brutta bestia ma se riesci a conoscerla e riesci a capire quali sono le cause che la generano allora riesci ad affrontarle meglio e a trovare le soluzioni che ti possono aiutare a cambiare. Dietro ad ogni paura in realtà si nascondeva un’occasione di crescita che se superata mi rendeva migliore.

Ho imparato che le difficoltà che poi dovevo affrontare per realizzare i miei obiettivi erano in realtà sfide con me stesso per passare ad un livello sucessivo che mi avrebbe permesso di affrontare nuove sfide in maniera diversa e con un livello di sopportazione diverso.

Ora tu mi leggi in questo blog che scrivo ed esprimo i miei pensieri con abbastanza disinvoltura. Ma solo qualche anno fa ero una persona molto timida e restia ad esprimere i propri pareri o la propria volontà. Solo con il lavoro su me stesso e con la voglia di crescere e migliorarmi pian piano ho fatto il mio cambiamento ma non è ancora finito, c’è ancora tanto da lavorare e da costruire!!! 🙂

Questo mio cambiamento mi ha portato a vivere nuove opportunità e nuove sfide che sicuramente qualche anno fa avrei avuto paura di affrontare e magari sarei rimasto a piangermi addosso perchè non riuscivo ad affrontare determinate situazioni. Di questo devo dire ne sono veramente grato! Se non avessi affrontato determinate difficoltà sia in termini personali che economici sicuramente non sarebbe scoccata in me quella scintilla che mi ha portato a scoprire determinati argomenti come la crescita personale, il coaching etc…che mi hanno aperto a nuove opportunità che mai mi sarei aspettato!!! 🙂

Quindi se ti accorgi che non riesci ad affrontare le paure che ti bloccano per realizzare i tuoi obiettivi, prova a vedere se riesci a suddividere il tuo sogno in obiettivi più piccoli. Può darsi che semplicemente vedendo gli obiettivi più piccoli li trovi più semplicemente realizzabili e quindi ti ci metti più facilmente.

Un’altra cosa che devi vedere è anche quanto sei disposto a sacrificare per realizzare i tuoi obiettivi e magari la paura di perdere delle abitudini per realizzarli ti può rallentare o addirittura immobilizzarti e non farti fare niente. Cosa sei disposto a sacrificare per realizzare i tuoi sogni?

Vuoi diventare milionario ma hai paura di lasciare la sicurezza del tuo posto fisso per intraprendere una attività imprenditoriale? Vuoi dimagrire ma hai paura di rinunciare ai tuoi dolcetti preferiti? 🙂 Vuoi smettere di fumare ma ai paura di perdere la compagnia dei tuoi colleghi con cui fumi durante la pausa? Vuoi trovare l’amore della tua vita ma hai paura di soffrire?

Questi sono solo alcuni esempi ma se guardi dentro di te sono sicuro che potrai scoprire le risposte che ti servono per capire cosa non ti fa realizzare i tuoi sogni.

Ti basta? Tu cosa ne pensi?

PS: Se ti è piaciuto l’articolo, lasciami un tuo commento e condividilo su Facebook

Stay tuned

5 commenti
  1. Stefano
    Stefano dice:

    Ciao Marco,

    Bellissimo articolo. Pensa, trovo sempre più spesso che gli scritti più semplici siano quelli che contengono le verità più grandi! Secondo me hai afferrato il concetto. La paura è il fattore frenante di ogni uomo. La paura ci fa raccontare tante di quelle scuse da essere, ogni volta l’eroe della propria storia! Le scuse più grandi nascono quando dobbiamo mettere a rischio la nostra rete abitudinaria e la nostra zona di comfort. Solo quando mi son accorto di raccontarmi tante storie ho capito le vere potenzialità dell’uomo. Ma aimè anche in negativo! Ero capace di sabotarmi dopo anni di formazione!!

    Ogni persona dovrebbe mettere in dubbio ogni storia o scusa che si racconta, dovrebbe avere mission e obiettivi chiari come l’acqua. Allora il coraggio scanserà le paure automaticamente. E le vecchie e fitte reti abitudinarie faranno posto alle nuove.

    Consapevolezza, chiarezza e coraggio.

    Stefano

    Rispondi
  2. Gaetano
    Gaetano dice:

    Caro Marco,

    dici bene quando paragoni la paura ad un blocco. Entrambe sono emozioni…ma il blocco ferma fisicamente il mio corpo. Una semplice emozione riesce a fermare il mio corpo?… Bhè mi rimane incastrato il piede in un buco del marciapiede…basta guardare e sollevare. Se qualcosa mi blocca…basta che la guardo per capirla e poi vado avanti.
    Essere arrivati a leggere questo post, aver letto i commenti…è sinonimo di attenzione agli spazi e al proprio corpo materiale…
    Il viaggio continua…viaggio personale dove le paure e i blocchi devono essere semplciemente visti e conosciuti.
    Tanto amore e pazienza per se stessi, sono ingredienti fondamentali quanto il desiderio di dar vita ad un sogno.
    Buon viaggio
    Gaetano

    Rispondi
  3. Sergio
    Sergio dice:

    Ciao Marco e, ciao a tutti/e:)

    – Scomporre l’obbiettivo in tanti sotto obbiettivi e’ una delle prime cose da fare per delinerare il percorso e gioire del raggiungimetno dei vari STEP. Molto importante e’ secondo me l’aspetto “ecologico”

    Ci sono persone (me compreso a volte e fino a poco tempo fa’,molte volte) che DEDICANO troppo tempo al raggiungimento dell’obbiettivo tralasciando gli altri PILASTRI FONDAMENTALI (salute,spirito,socializzazione etc…)

    – Sono contento per te Marco perche’ hai voluto ridimensionre la tua vita e ci sei riuscito a quanto scrivi…

    – Sulla questione “paure” ,e convinzioni limintanti io sono convinto che per certe persone I VANTAGGI DEL PRESENTE sono troppo potenti.

    Trovo spesso persone che si lamentano ma, non agiscono…

    Si piangono addosso ma non fanno nulla per camabire…

    La questione e’ sempre quella…

    Il cambiamento porta dei presunti vantaggi mentre il loro stato attuale magari ha gia’ delle zone di confort per costruite,consolidate e stabili…Troppo stabili…

    Mi viene da pensare perche’ allora Coloro che decidono di restare come sono poi se la prendono con il mondo intero quando invece dovrebbero solo e soltanto fare opera di autocritica…

    Rispondi
  4. Chiara
    Chiara dice:

    Quanti commenti che hai ricevuto fino adesso.
    Devo dire che questo post è molto importante perchè la paura blocca le cose, ma se un apersona con l’aiuto anche della meditazione,piano piano sblocca a passi le paure che ha.
    La paura anche è del cambiamento,perchè se capita un qualcosa di diverso,di nuovo nella nostra vita,ci blocchiamo, rimaniamo un pò sconvolti e ci domandiamo: e mò che faccio?.
    Ma poi basta non farsi prendere troppo dal panico e vedrai che le cose andranno meglio, senza che manco ce ne accorgiamo.
    Poi ci diciamo… cavolo ce l’ho fatta!!! Bene, l’ho superato e pensavo che era tanto faticoso.
    Poi si prende ancora più coraggio e quando capitano altre occasioni che ci bloccano per la paura, questa paura la salutiamo, ce la facciamo come amica e poi…puff… d’inprovviso se ne va e, senza che ci siamo ancora accorti abbiamo superato un’altra e poi un’altra e così via…
    Bravo Marco amore mio delle belle parole.
    Il mio futuro coach. 🙂

    Chiara Talin in Ferraro

    http://www.copygirlonline.com

    Rispondi
  5. Marco Ferraro
    Marco Ferraro dice:

    @Stefano
    Le domande sono fondamentali, se non ti fai le domande giuste, non puoi crescere e non puoi migliorare. Da quello che ho vissuto le esperienze ti portano a porti determinate domande. Perchè mi ritrovo sempre in questa situazione economica? Perchè devo trovare rapporti sempre di un certo tipo? Quelle domande poi mi hanno stimolato delle risposte che poi hanno portato a dei cambiamenti. Ma sono sempre io che ho deciso se attuarli o meno.
    Grazie per i complimenti ho solo cercato di fare uscire quello che mi veniva da cuore 🙂

    @Gaetano
    Molto spesso per affrontare le paure mi è bastato cambiare prospettiva, farmi domande diverse e se non ci arrivavo da solo, l’esigenza del cambiamento mi portava a trovare le risposte tramite anche altre persone che mi facevano vedere le cose in maniera diversa. La paura può portate a dei blocchi che non fanno compiere le azioni necessarie per realizzare quello che vuoi. Ma sei sempre tu che permetti alla paura di prendere il controllo. Quando lo capisci, a qualsiasi livello, trovi la soluzione e le risposte per sbloccarti ma sta sempre a te compiere le azioni necessarie 🙂

    @Sergio
    Concordo con te, poi di quante scuse ci raccontiamo ne ho già parato in un’altro articolo, ma è tutta un’altra storia 🙂 Giusto oggi assistevo al lavoro all’ennesima discussione di perchè non funziona l’italia è colpa del governo di turno o dei ricchi ecc. Ma mi chiedo, con tutte le opportunità che ci sono a questo mondo possibile che è più importante stare sempre a lamentarsi invece di rimboccarsi le maniche e darsi da fare per essere felici e realizzare i propri sogni?

    @Chiara Talin
    Hai ragione amore mio però bisogna anche riuscirle a vedere le paure che uno ha e a volte uno non se ne rende neanche conto o perchè dà molte cose per scontate oppure semplicemente è troppo preso da non vederle. Come dicevo prima porsi le domande giuste è fondamentale se no rimani sempre fermo li dove sei.
    Futuro coach? Beh lo sai che settimana prossima inizio il Master di Max Formisano 🙂 Non vedo l’ora :-).

    Un caloroso saluto

    Marco Ferraro

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *