Legge dell’attrazione: credi al destino o in te stesso?

Molto spesso mi capita di fare riflessioni sulla Legge di attrazione, su come funziona, di quali sono le relazioni con tutto il mondo che ci circonda sia a livello fisico che spirituale. A volte mi domando ma quello che mi succede è destino o è frutto di quello che ho creato credendo in me stesso e costruendo quello che voglio con i miei pensieri.

Allora cominciano le riflessioni e la mente ti si apre a nuove risposte. Personalmente non credo al destino, non penso che non ci sia niente di predeterminato se non quello che creiamo noi con la nostra mente. Ma mi fermo qui, non voglio entrare in discussioni filosofiche o esoteriche perchè sò che poche persone conoscono certi argomenti di antropologia.

Mi obbietteresti sicuramente che risposte darei a una persona che nasce invalida, o con qualche menomazione o con già qualche problema fisico o mentale. Io personalmente non te lo so dare una risposta, però se vorrei riponderti limitandomi a questo mondo fisico che hai la possibilità di percepire con i tuoi cinque sensi.

Però la fisica quantistica ha verificato che esistono anche altre realtà che non sono percepibili dai nostri cinque sensi, e che sempre la scienza sta scoprendo e dimostrando. Se conosci la legge di attrazione e di come può essere utilizzata per influenzare la realtà che viviamo, (quindi di come il pensiero può fare questo) posso suppore che i pensieri e le paure inconsce dei genitori possono influenzare il feto.

Lo so mi sto addentrando in argomentazioni forse più grandi di me ma quello che voglio darti è uno spunto di riflessione che poi sarai libero di condividere o meno.

Ritornando al fatto del feto quello che ho detto prima alcune religioni reputano la causa della vita in cui viviamo alla reincarnazione e quindi al risultato di come ci siamo comportati nelle vite precedenti. Quello che viene anche chiamato il risultato del Karma.

Ma altri non è che il risultato di pensieri ed azioni che plasmano i risultati della propria vita.

Ora io credo che ci sia una qualche forma di energia che organizzi e regoli tutto quello che viviamo, chiamalo Dio, chiamalo Universo, chiamalo come vuoi, ma essa non fa altro che rispondere ai nostri pensieri e desideri, facendo arrivare a noi quello a cui abbiamo pensato o desiderato, in particolare quello su cui ci focalizziamo.

Quello che ci arrivano sono le occasioni per realizzare ciò che vogliamo, che sia positivo o negativo, ma poi sta sempre a noi decidere se realizzare o no una cosa, se accettare e subire un’avvenimento oppure reagire con coraggio, se continare a fare la vittima e lamentarsi oppure prendersi le proprie responsabilità e costruire matone dopo mattone il proprio futuro.

Qui secondo me sta il libero arbitrio e qui sta la nostra possibilità di creare il nostro futuro creandolo come lo vogliamo noi ma coscientemente e non subendolo semplicemente, e la chiave è nel credere in te stesso e nel potere di plasmarle la tua vita come la vuoi.

Più ne prendi coscienza e più la legge di attrazione ti porta ciò che vuoi. Non ne sei convinto? Allora sperimenta! Hai paura di quello che potrai ottenere? Bene io avrei più paura di quello che non potrò ottenere. Ma se decidi di sperimentare con fiduca e partendo anche dalle piccole cose allora comincerai a vedere i risultati e ci prenderai gusto 🙂

Stay tuned

Ti è piaciuto questo post? Lascia un tuo commento.


Vuoi rimanere sempre aggiornato sui miei articoli?
Iscriviti alla mia newsletter!!!

Ricevi 2 magnifici bonus in omaggio

8 commenti
  1. michele
    michele dice:

    Sono assolutamente d’accordo sul fatto che non esistà alcun chè di determinato nel correre della nostra vità!!Tutto,o quasi tutto ciò che ci accade, dipende solo ed esclusivamente dalle scelte che attuiamo 😀 !!D’altra parte riguardo il come siamo finiti qui, apperentemente, dal nulla,e il sotto queli sembianze, riguardi una sfera ontologica che esce dal campo della “legge di attrazione” e va studiato più con chiave filosofica. Propprio perchè il cercare spiegazioni scentifiche riguardo questo argomento può portare solo sempre più lontano dalla risposta esatta!!!Socrate: più so, più so di non sapere!

    Rispondi
  2. giada
    giada dice:

    secondo me scrivi i post troppo velocemente o non li rileggi 🙄
    i contenuti sono belli ma “sgrammaticati” 😕
    mi offro come correttrice di bozze se vuoi, gratuitamente 😉

    Rispondi
  3. marco
    marco dice:

    Se avessi letto questo post solo 6 mesi fa avrei commentato dicendo che sono tutte belle e facili parole per che sta già bene ma non realizzabili per i normali come me, invece oggi dopo essermi documentato sulla legge d’attrazione, aver cominciato a curarmi con eft e logosintesi, posso dirti che quello che dici è vero,mi sono sempre posto nei conronti dell’universo in modo negativo e ho sempre ricevuto cose negative, adesso con qualche nozione in più(non sono diventato un filosoo!!) Ho capito che con un po di costanza anche uno come me cede la fa a pensare positivo e così, anche se questo periodo della mia vita è davvero particolare, (cambio lavoro, separazione ecc. Ecc. .)lo sto vivendo con fiducia e con consapevolezza che qualsiasi cosa succedera sarà solo generata da me e con questa consapevolezza vivo le giornate con serenita ,non menefreghismo ma serenita…grazie anche a questi post che arrivano sempre a fagiolo,riesco a stare sentonizzato sulle onde più alte e positive ,quindi un grazie di cuore perche mi aiuti a stare sintonizzato, non è difficile ma ogni tanto magari la concentrazione cala e tu arrivi e la riporti al massimo.
    Ciao Marco 🙁

    Rispondi
  4. cinzia
    cinzia dice:

    Io cerco di pormi i problemi filosofici sul perchè siamo qui e da dove veniamo molto poco soprattutto perchè sono consapevole che finchè viviamo una risposta non riusciremo mai ad averla. La troveremo sicuramente quando con la morte ci evolveremo ad un livello superiore, dopo aver completato l’esperienza terrena.
    Vivere invece la propria vita consapevolmente, sapendo come lavora la legge di attrazione, cercando di plasmare i propri pensieri secondo i propri desideri è invece molto difficile ma d’altro canto necessario. Solo in questo modo si può sperare di migliorarla, partendo dalle piccole cose. Ciao.
    Cinzia

    Rispondi
  5. Marco Ferraro
    Marco Ferraro dice:

    @Michele
    Concordo con te ma dipende sempre che strada prendi perchè non esiste una verità assoluta ma diversi punti di vista della realtà che sono filtrati dalle nostre convinzioni.

    @Giada
    In italiano a scuola ero un’asino, ma questo non mi ha impedito di costruire questo blog e di scrivere con il cuore per arrivare anche al tuo. I margini di miglioramento ci sono sempre e mi sto impegnando per questo, ma permettimi se certe volte non sto attento alla forma per dare più spazio a quello che dice il cuore. 🙂 Grazie per l’offerta la prenderò in considerazione 🙂

    @Marco
    Grazie, sono contento di esserti di aiuto per migliorarti, non scoraggiarti ma sii costante e ricordati che tutti cocreiamo e come io sostengo te con i miei post, tu con i tuoi feedback positivi mi dai coraggio e la voglia di continuare a dare il meglio per persone come te.

    @Cinzia
    Se pensi che sia difficile è solo una tua convinzione e per questo crei tu stessa le situazioni che ti fanno credere che lo sia. In realtà la LOA la applichi tutti i giorni e in ogni ora e minuto inconsapevolmente. La differenza sta proprio nel prendere coscienza di questo potere e lo fai proprio partendo dalle piccole cose 🙂

    Rispondi
  6. Luca
    Luca dice:

    ciao Marco,
    credo fondamentalmente nel fatto che ciò che viene definito “destino” sia il frutto delle nostre scelte e decisioni in quanto esseri liberi e responsabili…grazie per ricordarmi di sintonizzarmi sulle “giuste” frequenze 😉

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *