Hai mai pensato all’universo come ad un grande catalogo?

L’universo puoi pensarlo come un grande catalogo? Sotto alcuni punti di vista si. Lo so mi dirai che questa è la solita solfa che ci propinano gli autori che parlano della Legge dell’attrazione & company 🙂 Però se ci pensi un’attimo, molti dei desideri che abbiamo ci vengono in mente proprio perchè li vediamo già intorno a noi.

Desideriamo una macchina nuova e guarda caso ci capita sotto gli occhi quasi sempre le auto che rispecchiano i nostri gusti e quando abbiamo scelto chissà perchè la vediamo sempre di più. Questo perchè la nostra attenzione si sta focalizzando su quel modello.

Lo stesso vale per le relazioni, quando se siamo single vediamo cerchiamo una persona con determinate caratteristiche la nostra attenzione cade su quel tipo di persone e incontreremo più spesso quel tipo di persone. Lo stesso vale anche per quello che non vogliamo, e se ci focalizziamo su questo allora sicuramente attrarremo quelle circostanze persone ed eventi.

Ma perchè succede questo? Perchè tutti i giorni abbiamo la possibilità di scegliere e questo secondo me è un dono, un gran bel dono!

Quello che però dobbiamo imparare è scegliere bene e con amore. Se invece in noi dominano pensieri emozioni di paura, risentimento, invidia, o peggio odio, quello che stiamo scegliendo è di vivere quelle emozioni. Tutte quelle volte che scieglieremo vivremo quello che scegliamo.

Questo implica che dobbiamo renderci conto che la responsabilità di quello che ci succede è nostra, e questo purtroppo è difficile da accettare, così troviamo come capro espiratorio il consiglio che non ha funzionato, il corso di crescita personale che non ha funzionato, la crisi, i politici ladri, il mondo che va al rovescio, Dio che se l’è legata al dito e mi sta torturando…insomma tutte le scuse per non prendersi la propria responsabilità.

Io in prima persona lo sto vivendo e ora che conosco determinate cose e processi mentali mi è ancora più dura tornare indietro e fregarmene, perchè sò che mi sto dando la zappa sui piedi da solo. Ma a volte ci si dimentica…ma per fortuna è sempre possibile riparare.

Se vivo con amore ottengo amore e tutto quello che ne consegue. Se vivo nel risentimento e nella paura allora quello che otterrò in ogni campo. Non mi devo scordare mai che siamo fatti di energia, i nostri pensieri ed emozioni sono energia che vibrano ed entrano in risonanza con quello su cui ci focalizziamo.

Quindi se vuoi ottenere qualcosa dal catalogo dell’universo entra in sintonia con quello che vuoi e presto la otterrai.

Ti è piaciuto l’articolo? Lasciami un commento.

E se ti fa piacere condividilo su Facebook

Stay tuned

5 commenti
  1. Dario
    Dario dice:

    Ciao, ti scrivo anche se credo non riceverò risposta, nessuno me la data.
    Allora andiamo per ordine, io sono stato un grande sostenitore e credente alla legge di attrazione, ho letto e riletto, ho praticato tutti i giorni credendoci nel profondo, conclusione? sono esattamente nella situazione opposta a quella che ho desiderato. Intendiamoci, non ho mai pensato a ricchezze esagerate, no ho semplicemente desiderato un lavoro, invece sono senza un impiego e pieno di debiti. Morale: sono io che ho sbagliato tutto? oppure è l’ennesima bufala che approfitta dei momenti di debolezza e disperazione delle persone? resto in attesa di un tuo commento e chissà di un consiglio vero. Grazie

    Rispondi
  2. alfonso
    alfonso dice:

    😀
    😀
    sinceramente e’ uno dei migliori articoli sul tema che ho letto da quando mi sono avvicinato a queste cose. sono d’ accordo che alla fine uno vive situazioni che , anche se non sempre, sceglie: con particolare riferimento alle relazioni sociali, ai luoghi di ritrovo ed al proprio lavoro. anche quando si verificano eventi negativi, si vede se la persona e’ positiva o negativa.in passato ho frequentao persone negative, ho svolto lavori che non mi soddisfavano , ma alla fine credendo in me stesso , ho voltato pagina e ne ho solo ricavato benefici, senza avere alcun rimorso.

    Rispondi
  3. Marco Ferraro
    Marco Ferraro dice:

    @Dario,
    Questa cosa la sento dire spesso e volentieri, persone che dicono e credono di aver letto riletto, praticato e praticato sulla Legge di Attrazione e poi si accorgono che non funziona e a chi danno la colpa? Alla Legge di attrazione! Poi arriva qualche altro guru di turno si affidano a loro, pensano che con la bacchetta magica li possano cambiare, ma puntualmente rimangono delusi ed è tutto una truffa…per loro!

    Non so se questo è il tuo caso anche perchè non ti conosco personalmente ma ti posso raccontare quello che ho vissuto personalmente. Anche io qualche hanno fa mi sono trovato nella tua stessa situazione, allora però non si chiamava Legge di attrazione ma si chiamava in altri modi, perchè gira rigira stiamo parlando di cose che si tramandano da millenni e comuni a tutte le cose, religioni, psicologie etc.

    E’ vero The secret è stata una grande operazione commerciale che ha avuto il merito di portare alla grande massa in un linguaggio più comprensibile quali sono i principi che regolano l’universo e il successo di ogni persona in ogni ambito.

    Tornando alla mia esperienza ti posso dire che il punto focale della Legge di attrazione è una sana autostima, tradotte in loa è credere nel poter creare quello che vogliamo! In realtà siamo talmente abituati a non farlo che ogni cosa è fatica ed è una sfida! Se poi ascolti quello scatolotto luminso che si chiama televisione verrebbe da suicidarsi ogni giorno e quelle cose ti impressionano ogni giorno trasformandosi in convinzioni nel nostro inconscio.

    Perchè? Perchè semplicemente ti abitui a vedere quelle cose e per te la realtà è quella che vedi non quella che vuoi. Siccome la nostra mente non capisce questa differenza è come se tu lottassi contro te stesso, ma con disciplina impegno e costanza. Quello che ho imparato io sulla mia pelle è di fare molta attenzione alle emozioni che provi.

    Se desideri benessere economico ma sei incazzato perchè non hai un lavoro e non riesci ad arrivare a fine mese quello che invii come vibrazione è proprio la mancanza che ti porterà altre situazioni di mancanza. Ci ho messo un pò per capirlo anche io, ma non puoi sdradicare certe emozioni negative se non con determinate tecniche in cui parlo nel mio nuovo prodotto (e che per pigrizia non avevo utilizzato per tanti anni). Ma puoi comunque concentrarti sulle emozioni positive e devi sforzarti di farlo.

    So che sembra di parlare della scoperta dell’acqua calda, ma fino a quando non lo sperimenti sulla tua pelle il “pensare come se fosse già realizzato” farai sempre fatica ad ottenere quello che vuoi. Ed è proprio per questo motivo che tante persone credono di non riuscire ad usare la LOA , perchè con la mente pensano 5 secondi a quello che desiderano…il resto della giornata provano la mancanza di non ottenere quello che vogliono…e indovina cosa ottengono?

    Spero di averti risposto in modo esaudiente e non troppo duro ma volevo farti capire il concetto proprio perchè ci sono passato anche io.

    @Alfonso
    Grazie, e con il tuo esempio hai arricchito quello che volevo dire

    Un caloroso saluto

    Marco Ferraro

    Rispondi
  4. Lara
    Lara dice:

    e il bambino appena nato che muore per una bomba nei paesi in cui c’è guerra, come se l’è attirata?
    a parte questo, sono d’accordo sull’approcciarsi con amore alla vita come tu dici, però non so quanto davvero questa legge dell’attrazione poi funzioni veramente.

    Rispondi
  5. Ivan Ferrero
    Ivan Ferrero dice:

    In aggiunta al tuo ottimo articolo direi anche che il non prenderci la nostra responsabilità per ciò che ci accade serve anche per non sentirci poi “obbligati” a metterci in discussione e quindi ad innescare un processo di cambiamento che spesso genera una paura molto più forte dei benefici che se ne otterrebbero…

    Sono d’accordo con te per ciò che riguarda l’entrare in sintonia con le frequenze, e qui si apre un’altra questione: il divario tra sentimento e ragione.
    Spesso desideriamo con la testa una cosa che in realtà sentiamo nel nostro cuore non essere “giusta” per noi: a quale dei due dare retta? 🙂

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *