Gratitudine: sei veramente grato di quello che hai già?

In questi giorni ho fatto un pò di considerazioni su me stesso e su quello che ho e quello di cui sono grato. Molto spesso mi ritrovo a pensare ai problemi che mi trovo ad affrontare ogni giorno ma poi mi rendo conto che in fin dei conti sono delle belle sfide che mi fanno crescere e capire nuove cose di me che magari non avrei mai potuto vedere.

Riflettevo poi sul fatto che ho un lavoro che benchè non mi entusiasmi più come prima mi permette di avere i soldi necessari per la mia formazione, fino a quando non riuscirò a realizzare il mio sogno, che passo dopo passo, tappa dopo tappa si sta concretizzando. E di questo sono veramente grato. Ecco la gratitudine è un sentimento, un pensiero che veramente può fare la differenza fra ottenere dei risultati oppure no.

Facendo qualche passo indietro mi sono reso conto che nei momenti in cui non ero grato di quello che avevo e continuavo a lamentarmi le cose andavano sempre peggio perchè continuavo a focalizzarmi su ciò che non volevo. Era un pensiero fisso e per quanto riguarda il lavoro più non volevo fare il consulente informatico, più mi capitavano opportunità in quel senso fino a quando inconsciamente facevo di tutto per rifiutarle tanto da arrivare a restare senza lavoro.

E’ stato poi un guaio perchè ancora non ero pronto per fare ciò che volevo veramente e questa mia paura di non essere adeguato mi faceva perdere anche delle occasioni importanti. Poi leggendo il libro Expect Miracles di Joe Vitale ho ripreso il concetto di Gratitudine ed ho cominciato a ringraziare per le piccole cose. Ieri ad esempio  mentre tornavo da Mestre per un lavoro, in autostrada vedevo il consumo medio della mia auto che nonostante ha un motore potente consuma come un’utilitaria e ho ringraziato per questo.

Ho ringraziato per la mia compagna Chiara, che amo tantissimo, ho ringraziato per i miei genitori, per la compagnia dei miei gatti, per la casetta in cui vivo, per il lavoro che faccio, insomma per ogni minima cosa ringrazio e ho preso questa buona abitudine.

Questo ha cambiato in me il modo di vedere le cose e apprezzo di più quello che ho, quando invece prima lo disprezzavo. Il mio livello vibrazionale è un pò cambiato e ora attiro di più occasioni che prima semplicemente non vedevo. Sono più attento e vedo le coe diversamente.

A volte mi chiedo “possibile che prima non vedevo certe cose?” . Sì perchè ero troppo preso a lamentarmi invece di essere grato. 😉

Stay tuned

[like action=like]

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *