,

SIMBOLISMO in Medicina Tradizionale Cinese (parte 1)

Parlare di simbolismo generale in tutte le sue accezioni è impresa ardua e difficile, se poi lo affrontiamo pilotandolo su un settore specifico quale la Medicina Tradizionale Cinese, diventa anche complessa, vista la costante relazione esistente tra Microcosmo e Macrocosmo, tra tutto ciò che è dentro l’uomo e tutto ciò che è fuori di esso; un’altra cosa, il linguaggio usato è la interpretazione di pittogrammi, cioè simboli che rappresentano un concetto, un insieme di idee e, contrariamente a ciò che succede nelle lingue che usufruiscono di caratteri precisi che compongono parole che delineano specificatamente un oggetto o un’azione, un ideogramma può avere molteplici significati, abbinabili al contesto a cui si riferiscono.


Quindi affronterò questo argomento in più riprese e chiedo venia se mi dilungherò maggiormente su una questione piuttosto che su un’altra, divagando in periplo filosofici – religiosi – storici – sociali, ecc.
Iniziamo col dire che alla base di TUTTO c’è l’Uomo come sistema integrato nell’Universo. Quindi ogni cosa e situazione deve essere vista come un rapporto.
Questo si evince osservando l’antico Kanji (ideogramma) di uomo.
E’ raffigurato da una linea  che unisce un semicerchio rivolto verso l’alto e un semi quadrato rivolto verso il basso. Rappresenta le braccia, circolari, il cielo e le gambe, quadrate, la terra; la linea verticale che interseca i due “mondi” è il sistema uomo corpo – mente – spirito, che è il famoso rapporto  di equilibrio, di cui parlavamo prima.

Luigi Tumolo
www.eccellenzaxvivere.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *