Credere in se stessi: fa davvero la differenza?

Credere in se stessi fa davvero la differenza? Io credo proprio di si e l’ho sperimentato sulla mia pelle. Potrei farti tanti esempi in cui per il solo fatto che ho creduto in me e ho visto nuove opportunità le ho poi sapute cogliere e hanno cambiato la mia vita. In fondo come spesso dico basta fare uno switch, girare l’interruttore.

Perchè la faccio così semplice? Perchè è realmente così! Certo non dico che anche io sono esente da momenti di difficoltà, chi non li ha? Ma da quando ho imparato a cercare di focalizzarmi sui i miei obiettivi e non sui miei problemi i risultati non si sono fatti attendere.

Certo ci sono dei momenti in cui vedi tutto nero e tutto sembra andarti storto, ma se in quel momento hai abbastanza lucidità di dire “basta! ora penso a cose belle!” Allora vedrai senza che neanche te ne accorgi che le cose cambiano, ma non sono loro a cambiare ma in realtà sei tu a cambiare atteggiamento verso di loro.

Quando credi in te stesso allora ti rendi conto che puoi fare qualunque cosa e più acquisti fiducia in te più ti rendi conto che hai più potere e che puoi crescere ancora di più. Attenzione però! Con l’avere fiducia in te intendo quella sana che deriva da una vera presa di coscenza delle proprie capacità e attitudini, non voglio dire che se credi in te devi fare il figo. Quello si chiama arroganza.

Quello che voglio dire è che invece di piangerti addosso e dire che capitano tutte a te è ora che ti prendi le tue responsabilità, ti fermi un’attimo e prendi coscienza di quello che sai fare e quello che vuoi fare, perchè finchè non ti decidi a farlo saranno gli altri a deciderlo per te e non è detto che ti possa piacere….

Mi ricordo ad esempio nella mia precedente relazione il mio rapporto non era molto alla pari, questo perchè avevo poca autostima e credevo di non essere un bel ragazzo. Per questo motivo per paura di rimanere solo avevo impostato il rapporto rendendomi succube dell’altra persona e facendo tutto quello che voleva. Risultato mi aveva mollato perchè mi diceva che ero moscio!

Poi per fortuna ho avuto altre esperienze prima di incontrare il mio vero amore e queste sono servite per far crescere la mia autostima finchè non mi sono sentito pronto per un rapporto serio e quando l’ho cercato è arrivata la mia attuale compagna Chiara.

Lo stesso vale per il lavoro, quando prima credevo di avere delle competenze scarse e non mi sentivo pronto per determinati lavori il lavoro scarseggiava, o venivo pagato poco o peggio c’erano sempre problemi e ritardi nei pagamenti. Mentre ora complice questo blog, la continua formazione e la fiducia in me stesso che cresce sempre di più sto ricevendo offerte di collaborazione quasi tutti i giorni, e ora faccio parte anche del team di Luigi di Salvo che è il mio coach.

Ora allora secondo te credere in se stessi fa la differenza oppure no? Secondo me si e l’ho provato sulla mia pelle.

Quindi cosa vuoi fare? Credere in te stesso o piangerti addosso? 🙂

Stay tuned

Ti è piaciuto questo post? Lascia un tuo commento.


Vuoi rimanere sempre aggiornato sui miei articoli?
Iscriviti alla mia newsletter!!!

Ricevi 2 magnifici bonus in omaggio

5 commenti
    • Marco Ferraro
      Marco Ferraro dice:

      Piano piano prendendo coscienza delle nostre capacità e della nostra scintilla divina che è in noi che aspetta solo di essere liberata dalla sporcizia delle nostre convinzioni negative, ego e difetti 🙂
      Grazie Roberta

      Rispondi
  1. stefania
    stefania dice:

    ciao marco, sto lavorando su me stessa con grande impegno e costanza, a volte xrò mi verrebbe da mollare, invece no, so che devo , devo credere in me stessa e nei miei desideri che si realizzeranno , ma è dura a voltex una che è stata abituata a essere sempre bistrattata dagli altri e quindi credere di non valere proprio niente. un bacio marco , grazie.

    Rispondi
    • Marco Ferraro
      Marco Ferraro dice:

      Ottimo brava Stefania! Come si dice chi la dura la vince 🙂
      Il giudizio degli altri ci influenza sempre molto, ma prima ce ne stacchiamo prima realizziamo i nostri sogni!

      Rispondi
  2. Fabio Piccinin
    Fabio Piccinin dice:

    Credere in sè stessi fa davvero la differenza. L’ importante è anche trovare veramente qualcuno che ti voglia bene e non ti critichi di continuo.
    Non voglio dire di essere dipendenti dagli altri ma solo sottolineare il fatto di prendere l’ abitudine di frequentare persone positive.
    Frequentare persone positive nei nostri confronti permette di diradare le nubi sull’ immagine che avevamo di noi stessi. Poi diventa più facile innescare il circolo virtuoso della propria fiducia interiore. 😉

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *