Legge dell’attrazione: i 5 passi per attirare ciò che vuoi

La legge di attrazione può sembrarti ormai una cosa fuori moda ma, molti l’hanno seguita, molti ci hanno creduto, altri invece hanno detto che sono tutte cavolate. Io sono convinto però che la Legge dell’attrazione funziona in ogni momento anche se noi non ci crediamo. In realtà, in un certo senso il punto della questione è proprio questo, capire in cosa crediamo e di conseguenza la realtà che vogliamo e che crediamo di poter realizzare si manifesterà. Riassumendo ecco secondo me i cinque passi per attirare ciò che vuoi:

  1. Primo passo.Nella maniera più semplice puoi partire capendo ciò che non vuoi, fai un elenco delle cose che in questo momento non vuoi. Non voglio essere triste, non voglio più avere debiti, non voglio restare solo, non voglio problemi, non voglio non avere più problemi di soldi, non voglio più soffrire per amore, non voglio più stare male, etc… Stilando questa lista di cose che non vuoi oltre che darti modo di sfogarti un pò 🙂 ti fa rendere conto di quali sono le cose su cui sei focalizzato. Dici di no? Prova a sentire come ti senti quando provi a rileggere quello che hai scritto.
  2. Secondo passo. Ora che hai fatto la tua lista delle cose che non vuoi trasformale in positivo e troverai le cose che realmente desideri e il modo giusto per formulare i tuoi desideri. Si perchè fino adesso concentrandoti sulle cose che non vuoi non hai fatto altro che formulare la richiesta di ciò che non vuoi, e siccome la mente inconscia non capisce se una cosa è formulata in maniera positiva o negativa allora attrae il soggetto e capisce tutto ma senza il non 🙂 Ora però sai cosa non vuoi, riformulalo in positivo…voglio avere abbondanza di denaro, voglio una salute di ferro, voglio avere una relazione appagante. E ora che hai scoperto cosa vuoi capiamo perchè molto spesso non si manifesta.
  3. Terzo passo. liberati dalle tue credenze limitanti. Quando parlo con i miei amici o persone che si rivolgono a me per un aiuto per qualche problema scorgo che ci può essere qualche credenza limitante che li ostacola soprattutto quando si parla di denaro e di successo. Loro prontamente mi dicono: “Ma figurati non ho credenze limitanti sul denaro!” Io voglio ottenerlo voglio risolvere i miei problemi economici. Questo è capitato anche a me nei momenti in cui dovevo prendere alcune decisioni che mi avrebbero fatto sopravvivere o soccombere. Il fatto è che su questo tipo di cose bisogna avere una mentalità aperta e scavare facendosi domande su cosa causa queste situazioni. Ci potremmo accorgere che inconsciamente non vogliamo il successo o il denaro per paura di non avere più amici o che essi vengano da noi solo quando hanno bisogno di soldi. Questo porterà a farci trovare mille scuse per non farci fare i passi necessari per farci risolvere i nostri problemi e vivere una vita felice.
  4. Quarto passo Immagina come se lo avessi già, l’immaginazione è un processo fondamentale per attirare ciò che si vuole e immaginarlo come se lo avessi già rende più facile attirare ciò che vuoi, soprattutto quando carichi queste immagini di emozioni e vivi proprio con tutti i sensi l’esperienza che vuoi attirare. Per me questo passo è stato molto difficile all’inizio, perchè ho dovuto combattere con i continui pensieri disordinati che circolavano nella mia mente e i filtri delle mie credenze. Ma poi con allenamento e costanza ho imparato a calmare la mente e a focalizzarmi di più su ciò che volevo e quindi ottenerlo. Poi pina piano prendi coscienza del tuo potere e diventa sempre più facile attirare ciò che si vuole
  5. Quinto passo ed forse il più importante di tutti è la gratitudine. Essere grati per quello che si ha e per quello che si otterrà ci predispone per ricevere quello che vogliamo. Questa è una cosa che molti danno per scontata, nel senso che sottovalutano il potere della gratitudine e stanno sempre a lamentarsi invece di essere grati di quello che si ha. ne parlo più approfonditamente nel mio ebook Gratitudine Magnetica. Da dove iniziare? Comincia a fare una lista delle cose per cui sei grato, prendi un foglio di carta ed elencale, anche le più stupide, quelle che ritieni meno importanti. Devi cominciare da qualche parte no? Ti accorgerai che comincerai a stare meglio e ti accorgerai di quante cose sei già grato e quanto questo ti permette di ottenere ancora di più.

Allora è un bel modo per finire la settimana lavorativa? Bene hai tutto il week end per mettertici sotto, vedrai cosa succederà 🙂 Se te la senti poi puoi condividelo con un commento in questo articolo.

PS: Se ti è piaciuto l’articolo, lasciami un tuo commento e condividilo su Facebook

Stay tuned

11 commenti
  1. luca
    luca dice:

    Caro Marco,
    Ti sono grato per il tuo splendido libro “gratitudine magnetica”…ho appena scaricato l’e book e sin dalle prime pagine lo percepisco bello,coinvolgente, curato con amore e in grado di darmi preziose indicazioni.
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE 🙂
    Un abbraccio,
    Luca

    Rispondi
  2. Marco Ferraro
    Marco Ferraro dice:

    Grazie Luca!
    Ci ho messo veramente tanta passione ed amore in questo ebook, per un argomento che in pochi ne parlano veramente, ma è così fondamentale nel processo di manifestazione.
    Grazie per la fiducia 🙂

    Un caloroso saluto

    Marco Ferraro

    Rispondi
  3. Claudia
    Claudia dice:

    Marco, non volermene, ma è un pò che non passavo di qua; oggi la tua mail mi ha attratto…e l’ho letta e poi ho letto anche questo bellissimo Articolo! Complimenti, veramente bello e molto istruttivo!!! Veramente trasmette una grande calma interiore. Bravo.
    Un saluto Claudia.

    Rispondi
  4. Claudio
    Claudio dice:

    Fuori moda???

    Un contributo come il tuo è utilissimo anche e soprattutto oggi!!

    Ho studiato queste cose e cio nonostante, ogni tanto sento il bisogno di stimoli, come il tuo per potere superare qualche ampasse al quale naturalmente tendo a crearmi.

    Meno male che ci sono gli strumenti come questi che mi permettono di uscirne!

    Ho notato che quando vedo il bicchiere mezzo vuoto tendo a svuotarlo e quando lo vedo mezzo pieno tendo a riempirlo. Naturalmente le mi energie si concentrano per “terminare”cio’che sembra iniziato (mezzo pieno o mezzo vuoto)

    Rispondi
  5. Chiara
    Chiara dice:

    Ciao amore mio e complimenti per il post che ci hai scritto e complimenti per le belle pillole di saggezza. 🙂

    Come hai detto proprio te, si è sempre sul focalizzati sul NON.

    Bisogna swichare la mente, la parte inconscia e trasformare le cose in positive così poi col senno di poi… si attrae solo cose positive.

    Grazie per le pelle parole.
    Ti amo tanto
    tua Chiara

    http://www.copygironline.com

    Rispondi
  6. piero
    piero dice:

    hò già letto il libro della legge dell’attrzione. Sentire quello ke tu scrivi mi rafforza , xkè le mie idee sull’attrazione sono ancora fusche anche se x vari motivi ke nn spiego in questo momento , ci credo veramente , quando lavoro , viaggio ,mangio ecc.. ecc.. voglio sempre pensare di poter ottenere tutto .. e specialmente tutto senza danneggiare il prossimo . si IO VOGLIO ESSERE FORTUNATO! CIAO

    Rispondi
  7. brigida
    brigida dice:

    sono quasi due anni che mi appassiono alla legge dell attrazione…..non ha ancora funzionato come vorrei,ma una cosa ho capito,siamo tutti collegati nell universo….

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi a Claudia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *